Booking.com
Prenota Hotel nel Salento in Puglia
Home
Parto dalla terra tra due mari e torno Soldato!

21 Dicembre 2003: i miei genitori non hanno preparato nè albero di Natale, nè presepe. Domani parto per Nassirya, scalo a Kuwait City. Sono un soldato e parto ufficialmente per una missione di pace. Certo, missione di pace, come viene chiamata da tutti.

25 Dicembre 2003: ho chiamato i miei genitori. Ho detto che sto bene. Che non si devono preoccupare per me, perchè qui è tutto tranquillo. Come faccio a urlare che nelle orecchie ho il rumore dei colpi di arma da fuoco e di mortaio, e negli occhi i lampi di luce dei bombardamenti, l'orrore della morte, della precarietà della vita, della disperazione della gente che non ha pane, lavoro, luce, gas, fogne?

26 Dicembre 2003: ricordo e sorrido. Il ricordo di casa mi tiene in piedi. La mia terra, l'estremo Sud dell'Italia: il Capo di Santa Maria di Leuca. Sono qui in missione di pace, ma sono armato. Faccio il bene della popolazione irachena. Sono parte di un progetto di esportazione della democrazia. Per 2 mesi ancora farò il bene della popolazione irachena.

27 Dicembre 2003: ho deciso di non scrivere più. Scrivere mi induce a riflettere. Mi porta a ricordare. Mi fa emozionare e non posso permettermelo. Io sono un uomo soldato. Io sono un soldato.

3 Giugno 2004: Sono un uomo. Sono ritornato da giorni a casa; e ho deciso di rimanerci per sempre. Farò il lavoro di mio padre e di mio nonno e del padre di mio nonno.

Abito a Santa Maria di Leuca. Qui termina il Salento. Sono all'estremo punto del tallone d'Italia.

Qui sbarcò e predicò San Pietro durante il suo viaggio dalla Galilea all'Italia. A Santa Maria di Leuca sorge un Santuario: Santa Maria De Finibus Terrae. Il Santuario è legato ad un'antichissima tradizione: bisogna visitarlo almeno una volta nella vita per poter godere del paradiso, una volta trapassati. Io ci vado tutte le mattine.

Sono passati molti giorni, e ancora ho nelle orecchie i rumori dell'odio. Vorrei che fossero sopraffatti dal suono delle onde che flagellano gli scogli di Santa Maria di Leuca.

La precarietà della vita che ho visto nella mia missione di pace, voglio che sia cancellata dalla sicurezza che mi infonde questo Faro, bianchissimo, solidissimo, guida delle rotte delle navi.

A Santa Maria di Leuca si incrociano due mari: lo Ionio e l'Adriatico. Nessuna netta linea di demarcazione, nemmeno per i maligni che volessero vederla. Nessun contrasto cromatico. Nessun moto contrario. I due mari si gonfiano insieme e si quietano insieme. Anche se sono due mari DIVERSI.

La Natura non pone barriere che facciano sorgere tumulti.

Gli uomini, le loro culture, i loro colori, le loro idee non si miscelano come lo Ionio e l'Adriatico a Santa Maria di Leuca.

Ne sono angosciosamente convinto.

Sono stato un soldato!

inviato da Alessandro di Ugento

 

Cerca Hotel

Booking.com

Azienda Agricola Le Cupole